header lattiero caseario farm-inn

OBIETTIVI

L’obiettivo è duplice: indagare gli effetti di due varianti della beta-caseina (A1, A2) sulla attitudine del latte alla trasformazione in formaggio e le proprietà funzionali del latte e dei formaggi (mozzarella e tipo grana). Il latte A2 può rappresentare un nuovo prodotto, più digeribile rispetto al latte A1, considerando che quest’ultimo durante la digestione produce BCM-7 (beta-casomorfina 7), un oppioide naturale con effetto pro-infiammatorio in grado di provocare intolleranze e altre patologie. In particolare lo studio ha l’obiettivo di valutare:

  • gli effetti funzionali delle molecole del latte A1;
  • i potenziali effetti del BCM-7 in individui che soffrono di infiammazioni intestinali;
  • le proprietà casearie del latte A2;
  • il destino del BCM-7 in formaggi sottoposti a diversi periodi di stagionatura.

PARTNER

UCSC (responsabile) e tutti i partner

 

SCOPRI LA NOSTRA RICERCA SCOPRI LA NOSTRA RICERCA

Task 3.1 Individuazione di tre gruppi di bovini con diversi genotipi al locus della beta-caseina

Analizzare il genotipo delle bovine da latte presenti nell’allevamento sperimentale e caratterizzare la composizione del latte in relazione alle diverse caseine per formare tre gruppi omogenei di bovini con genotipi A1A1, A1A2 e A2A2 al locus della beta-caseina. I bovini forniranno il latte per gli esperimenti descritti negli altri task del WP3.

Partner

CNR IBBA (task leader), UCSC, UNIPD

Task 3.2 Monitoraggio dello stato metabolico e infiammatorio dei bovini coinvolti nella sperimentazione e campionamento del latte

Il latte dei bovini dei tre gruppi sperimentali verrà campionato in estate e in inverno e analizzato. Il latte di massa proveniente da ciascun gruppo sperimentale sarà raccolto nei 7 giorni successivi per la produzione del formaggio (Task 3.3), per i test di digestione in vitro (Task 3.4) e una parte utilizzata nell'esperimento con topi (Task 3.5). I bovini saranno monitorati per verificarne lo stato di salute (i metodi sono riportati nel WP5).

Partner

UNIPR (task leader), UCSC

Task 3.3 Valutazione dell'influenza delle varianti A1 e A2 della beta-caseina sulle proprietà del latte e sulla produzione del formaggio

I campioni di latte raccolti nel task 3.1 saranno analizzati per valutare la composizione e le proprietà tecnologiche che influenzano la qualità del formaggio, comprese le proprietà sensoriali e la digeribilità. Il latte delle varianti A1 e A2 sarà analizzato per determinare diversi parametri (si veda il WP5 per i dettagli) prima della trasformazione in formaggio tipo grana e mozzarella. Verrà valutata l’influenza della variante caseinica sulla resa, le caratteristiche qualitative, la popolazione microbica, la presenza e il destino delle BCM durante la stagionatura (i metodi di studio sono dettagliatamente riportati nel WP5).

Partner

UNIMI (task leader), CNR ISPA, CNR IBBA, CNR ISMAC, CNR ISPAAM, UNIPD, UNIPR

Task 3.4 Digestione in vitro di latte e formaggio

La proteolisi del formaggio, favorita dalla stagionatura, aumenta ulteriormente durante la digestione gastrointestinale in funzione di alcune proprietà chimiche e reologiche del formaggio stesso che influenzano il tasso di degradazione e la digeribilità della caseina e il rilascio di potenziali peptidi bioattivi. Il task indaga in vitro l'effetto della variante genetica al locus della beta-caseina sulla digestione gastrointestinale delle proteine del latte e del formaggio e l'insorgenza di BCM. I test saranno eseguiti in parallelo su campioni di latte e formaggio provenienti dai tre gruppi sperimentali stabiliti nel task 3.1.

Partner

UNIMI (task leader), CNR ISPAAM

Task 3.5 Studio di nutrigenomica in modello animale

Su due gruppi di topi, alimentati rispettivamente con latte in polvere contenente la beta-caseina A1 e la beta-caseina A2, verrà studiato l’effetto delle diverse varianti su diversi tessuti sia in animali sani che in animali con epitelio intestinale alterato.

Partner

UCSC (task leader), CNR ISPAAM

Per l'impresa

La Risonanza Magnetica Nucleare nell’analisi di prodotti lattiero-caseari

Ager - avatar Ager Per l'impresa 24 Set 2019

La Risonanza Magnetica Nucleare (NMR) è una tecnica spettroscopica con un vastissimo campo di applicazioni in diverse discipline come la chimica, la... leggi

Per il consumatore

Nuovi studi per la valutazione della potenziale bioattività di latte…

FARM-INN - avatar FARM-INN Per il consumatore 07 Ago 2019

La selezione genetica è la leva più potente per migliorare la qualità del latte vaccino, ed è perlopiù utilizzata per incrementare le... leggi

Per l’ambiente

Soluzioni e nuove tecnologie per incrementare la produzione e ridurre…

FARM-INN - avatar FARM-INN Per l'ambiente 18 Lug 2019

La richiesta dei consumatori di acquistare prodotti di origine animale con valori nutrizionali elevati si accompagna sempre più spesso anche alla necessità... leggi

logo lattiero caseari

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Sito Progetto Ager
http://www.progettoager.it/

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.